cuccioli pastore del bernese

Sei alla ricerca di consigli pratici per relazionarti con i cuccioli di bovaro del bernese?

Ne hai appena portato a casa uno da un allevamento professsionale riconosciuto ENCI e vuoi capire come inserirlo nel nuovo ambiente in maniera non traumatica?

Ecco qui di seguito alcune linee guida precise per far sì che il tuo cucciolo si adatti sin da subito alla vita in famiglia.

Ad ogni modo, tieni conto che possiamo darti consigli specifici, tuttavia la responsabilità ultima per una crescita ottimale del tuo bovaro del bernese resta esclusivamente la tua: i seguenti consigli sono sicuramente adatti a qualsiasi tipo di proprietario, ma dipenderà soprattutto dal tuo stile di vita e dalla tua routine il fatto che il cane cresca in maniera sana e felice.

Il cucciolo di bovaro del bernese entra in casa

Il momento ideale per l’inserimento del cucciolo in famiglia è quando inizia il periodo di formazione dei comportamenti sociali, ovvero tra l’ottava e la nona settimana di età: è qui che il bovaro del bernese trova diverse motivazioni verso esperienze che riguardano l’esplorazione e la socialità.

Tuttavia, la separazione dal proprio ambiente famigliare, e soprattutto da allevatori professionali che lo hanno cresciuto con tutti i comfort possibili ed immaginabili, può risultare un trauma sicuramente non indifferente.

Possiamo definire questo inserimento in un nuovo ambiente familiare come un vero e proprio “rito di passaggio”, una iniziazione verso qualcosa che il cucciolo non aveva mai conosciuto prima d’ora, a partire dall’allontanamento dai propri genitori e fratelli fino al confronto con l’uomo, il quale utilizza metodi comunicativi lontani anni luce da quelli finora messi in atto.

I cuccioli di bovaro del bernese hanno, quindi, bisogno che il nuovo proprietario riesca a comprendere l’impatto angoscioso che hanno appena vissuto.

Sono, perciò, da evitare assolutamente le situazioni di completa solitudine del cucciolo, che sono in grado soltanto di provocargli ulteriori angosce.

Tuttavia è possibile che il cucciolo continui a piangere ed essere turbato. Come fare?

Seppur non vogliamo che tu gli permetta di continuare a soffrire, è importante non cadere nella trappola di andarlo a confortare tutte le volte che piange.

Questo atteggiamento premierà tale comportamento e, di conseguenza, piangerà ancora di più.

La migliore risposta è ignorarlo nei momenti in cui piange maggiormente ed andare da lui non appena smette, così da rassicurarlo ed insegnare a lui a sentirsi sicuro e rilassato nel nuovo ambiente.

Cuccioli di bovaro del bernese: l’importanza dell’esercizio fisico

Tutti i cuccioli di bovaro del bernese hanno la necessità di fare un buon esercizio fisico, così da poter sviluppare al meglio le articolazioni, i muscoli e le ossa durante la fase della crescita.

Tuttavia è importante non esagerare. Il bovaro del bernese è in perfetta forma e salute quando il padrone gli consente un buon movimento, un’alimentazione accurata, ma anche molto riposo!

È assolutamente importante, infatti, non trascurare questo aspetto.

Ad ogni modo, intorno alle 10-11 settimane di vita, dovresti iniziare a fare delle brevi passeggiate con il tuo cucciolo: queste prime escursioni, anche semplicemente nel giardino di casa, devono essere brevi e costanti, piuttosto che lunghe e faticose: rischieresti di stancarlo eccessivamente e di stressarlo.

Per quanto riguarda la corsa, molto importante per lo sviluppo del sistema cardiovascolare, deve essere fatta su terreni pianeggianti, senza che ci siano eccessivi ostacoli o salti da fare, in modo tale da non ferire le zampe ancora piuttosto goffe e fragili.

Anche i pavimenti piuttosto scivolosi potrebbero rappresentare un problema per i cuccioli di bovaro del bernese non ancora molto coordinati.

Cuccioli di bovaro del bernese: fai attenzione a scale e salti

Tutti i cuccioli di bovaro del bernese potrebbero avere dei problemi con le scale: ma non tanto quando salgono, bensì quando scendono.

Potrebbero correre il rischio di farsi male alle zampe oppure di rotolare giù in maniera piuttosto brusca, a causa appunto dei movimenti poco coordinati tipici di questa giovane età.

Non permettere, quindi, mai al cucciolo di accedere alle scale fino a quando non ha raggiunto una dimensione fisica piuttosto grande che gli consenta di salire e scendere le scale con semplicità.

Lo stesso discorso vale per i tentativi di salita o discesa dalle automobili: queste dovrebbero essere supervisionate soprattutto nei primi mesi dall’adozione.

I cuccioli di bovaro del bernese hanno sempre bisogno di essere presi in braccio per essere messi dentro l’automobile e per farli uscire: seppur il tuo cucciolo abbia già una buona coordinazione, una caduta troppo forte potrebbe causargli delle serie lesioni.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × due =