Quali sono i minerali utili ai nostri cani

I minerali sono fondamentali per la formazione dei denti, delle ossa, per gli ormoni e le cellule ematiche. I minerali contribuiscono a mantenere un certo tono della pelle, attivano gli enzimi e trasmettono gli stimoli.

Suddivisione dei minerali

I minerali appartengono a due categorie. Essi possono essere minerali di costruzione o minerali di regolazione. I minerali di costruzione sono il calcio, fosforo e magnesio.

Il fosforo ad esempio serve per costruire i denti e le ossa oltre che regolare l’equilibrio acido-basico dell’organismo. I minerali invece di regolazione sono più direttamente lo iodio, il sodio, il potassio, ferro e cloro.

I minerali inoltre possono essere classificati anche in base alla loro concentrazione e quindi possono essere principali e oligoelementi.

I minerali principali sono il calcio, il cloro, il potassio, magnesio, sodio e fosforo. Gli oligoelementi invece sono il cobalto, il fluoro, il ferro, lo iodio, il rame, il manganese, molibdeno, nichel, selenio, vanadio, lo zinco ed altri ancora.

I minerali così come le vitamine che siano naturali, e non di origine sintetica, non vengono immagazzinati e non rimangono nel corpo, quindi non sono dannosi, al contrario degli altri non naturali.

Gli animali, cani e gatti, che seguono una dieta equilibrata e variegata, hanno tutti gli alimenti necessari ad una crescita in salute. Gli alimenti freschi e naturali sono maggiormente biodisponibili senza necessità di additivi artificiali e integratori sintetici.

I principali minerali in una dieta sana

Di seguito sono riportati i minerali che non possono mancare nell’alimentazione dei nostri animali domestici:

  • Calcio: è contenuto nei cereali e nei prodotti lattiero-caseari. Il calcio sostiene l’attività cardiaca, forma le ossa e i denti e si occupa del funzionamento dei muscoli. Il calcio è importante anche per il funzionamento del sistema nervoso, dell’apparato muscolare e contribuisce alla coagulazione del sangue. Il rapporto calcio/fosforo deve riprodursi anche per l’assunzione di cibo e dovrebbe essere 1,5:1.
  • Rame: si trova nei crostacei e nel cacao. Il rame è il controllore della cheratina nei capelli e del pelo degli animali, esso regola il sistema nervoso e il metabolismo ed ha una importante funzione nella formazione delle cellule ematiche e dei pigmenti. Il rame contribuisce al metabolismo del ferro e alla respirazione cellulare;
  • Ferro: è contenuto nel caviale, nella carne, nei fagioli e nei piselli. Il ferro è importante per il trasporto dell’ossigeno e degli elettroni e per la conversione di energia. Il ferro è fondamentale per la formazione dei globuli rossi. Se un animale è carente di ferro si manifesta l’anemia ed il soggetto risultat più esposto alle infezioni e all’aumento di peso;
  • Potassio: è contenuto nelle patate, nelle verdure, nella frutta, nei prodotti a base cereale e nelle banane. Il potassio stimola i muscoli e i nervi, contribuisce alla digestione e all’equilibrio acido-basico. Il potassio è utile nell’attività muscolare;
  • Magnesio: è contenuto nelle verdure a foglia verde, nei latticini e nella carne, nel riso integrale e nell’avena. Il magnesio fa da controllore all’apparato muscolare e nervoso, è importante per la struttura ossea e per la formazione dei denti e l’attivazione degli enzimi;
  • Manganese: è contenuto nella farina d’avena e nelle verdure a foglia verde. Il manganese contribuisce allo sviluppo osseo e partecipa al metabolismo dei grassi e dei carboidrati. Il manganese contribuisce anche alla funzione immunitaria e alla formazione della struttura cellulare. Una carenza di questo minerale si manifesta con una riduzione della concentrazione, con disturbi nervosi, con una struttura scheletrica che si mostra non equilibrata, nonché si può arrivare a disturbi della fertilità e alla mancanza di movimento;
  • Sodio: è contenuto nel sale, nei prodotti lattiero – caseari, nel latte e nella carne. Il sodio è necessario per i muscoli e per l’apparato nervoso, oltre che per l’equilibrio idrico e quello acido-base, oltre alla funzione di regolamentazione della pressione osmotica;
  • Fosforo: è contenuto nella carne, nel latte, nei latticini, nelle verdure, nei cereali e nei legumi. Il fosforo funge da supporto per le ossa, per l’attività muscolare e quella cerebrale, oltre che dentale;
  • Zolfo: è contenuto nelle uova, nel latte, nella carne, nell’aglio e nell’aglio selvatico. Lo zolfo è fondamentale per la crescita e per il tono dei tessuti;
  • Selenio: è contenuto nel pesce e nella carne. Il selenio serve per proteggere le cellule dalla distruzione ossidativa. Il selenio metabolizza gli acidi grassi ed è importante per le difese immunitarie;
  • Zinco: nelle uova e nella farina d’avena. Lo zinco è presente in oltre 20 enzimi. Lo zinco serve alla conversione della vitamina A e degli acidi grassi polinsaturi. Esso è utile per la pelle, le unghie, le mucose, il pancreas. Se un animale è carente di zinco i danni si vedono sul pelo, sullo scheletro, in un indebolimento del sistema immunitario, con un ritardo della guarigione delle ferite e con un affaticamento generale.

I nostri animali domestici devono seguire una dieta sana ed equilibrata, che sia quindi composta di carboidrati, grassi e proteine animali oltre che di minerali essenziali.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − sette =