Cosa fare se il cucciolo morde e come educarlo

Un cane che morde, seppur abbastanza naturale, nell’indole dell’animale stesso, dà fastidio; che lo faccia un cucciolo per giocare o un cane adulto con il suo padrone è un atteggiamento che va corretto immediatamente.

Bisogna tener conto che il cane non morde sempre e solo perché è aggressivo.

L’animale usa il morso nello stesso modo in cui utilizziamo le mani: il cane morde per prendere oggetti, per conoscere, per avere le attenzioni del padrone, per giocare: bisogna distinguere bene le diverse situazioni.

Perché i cani adulti mordono?

Il cane adulto, generalmente, morde per istinto alla difesa. Se l’animale si sente minacciato, reagisce. Poco importa che la minaccia sia reale o il cane la percepisca come tale.

Per questo motivo è bene fare molta attenzione specie se non conosciamo il cane. Rumori forti, acuti, abbracci improvvisi o gesti incontrollati possono spaventare il cane e farlo reagire aggressivamente.

Quello che è il loro territorio, il loro cibo o i loro giochi vanno rispettati. Lo stesso vale per il padrone che difenderanno a prescindere dalla realtà o meno della minaccia.

Perché i cuccioli mordono?

Il cucciolo non morde: il cucciolo conosce, sperimenta attraverso la bocca. Ecco perché i cuccioli mordono i piedi o gli oggetti che trovano per casa: giocano, si puliscono i denti o massaggiano le gengive quando i denti stanno crescendo.

Non vi è aggressività in loro. Quando il cane è cucciolo è la madre che lo riprende se esagera con i morsi, insegnando così a moderare l’uso del morso.

In genere intorno ai due anni il cucciolo, ormai cresciuto, non morde più. Se non dovesse essere così, allora i motivi possono essere tanti e diversi tra di loro:

  1. Il cane è stato separato troppo presto dalla madre;
  2. La madre è stata poco incisiva nell’insegnamento;
  3. Il padrone è stato incoerente nel dare delle regole;
  4. Pochi giochi mentali che appagano il cucciolo.

Come insegnare al cucciolo a non mordere

Se il cucciolo viene tolto alla madre troppo presto non imparerà a non mordere o se la madre non insegnerà con la dovuta autorevolezza il cucciolo continuerà a mordere.

Dovrebbe essere il padrone a prendere il posto della madre e insegnare ad usare la bocca nel modo giusto

  1. Punizione negativa: smettere di giocare

Se il cucciolo morde il padrone deve smettere immediatamente di giocare, girare le spalle e andarsene: il cane lo percepisce come un rifiuto e comprende di aver fatto qualcosa che non deve.

  1. Utilizzare un comando vocale

Se la stretta del morso dovesse essere troppo forte, bisogna dare un’espressione vocale : anche un semplice “Ahi” può bastare; il tono mutato farà capire al cane che ha sbagliato. Dopo più volte imparerà a non farlo più.

  1. Fornire oggetti con cui il cane può giocare

Il cane ha bisogno di mordicchiare, e solo così può comprendere che cosa mordere e cosa no. E’ bene fornire al cucciolo oggetti da mordere, per giocare o per i suoi denti.

  1. Dargli piccole ricompense

Proprio come accade con i bambini, se il cane fa qualcosa bene, va premiato, e lui assocerà quell’azione ad una cosa piacevole e tenderà a rifarla.

L’educazione di un cane non è cosa semplice né breve, ma è sicuramente una responsabilità importante. L’ideale sarebbe affidarsi ad un esperto, in modo da non correre pericoli, immediati o futuri.

Va ricordato che un cane ben addestrato starà sicuramente meglio di un cane indisciplinato e lasciato a se stesso, perché vedrà il suo rapporto con il padrone, ed in generale con l’essere umano, migliorato e questo renderà la propria vita più serena.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + sette =